Conferme a Fermo per Angelini, Agostini, e 4×100 allieve

By 9 Agosto 2020News

Fermo 8 ago 2020. Continuano le riunioni TAC nelle Marche. Oggi è toccato a Fermo organizzare la sua manifestazione. Per quanto gli atleti dell’ASA da segnalare il progresso di Ilenia Angelini nei 100 che insidia la vittoria fino alla fine alla fortissima Melissa Mogliani Tartabini (12.39) fermando i cronometri a 12.50 che migliora di un decimo il suo precedente personale e dimostrando ancora una volta gli importanti e continui miglioramenti. Nella stessa gara Sabrina Salvatori e Ashley Varagnolo chiudono rispettivamente in 12.96 e 13.13.

Poco più tardi le tre ragazze insieme a Chiara Rociola ottengono il pass per i campionati italiani di settembre nella 4×100. Seppur con cambi non ancora all’altezza di una staffetta di questo livello hanno tuttavia ottenuto un 50.18 che consentirà loro di lavorare in tranquillità sulla tecnica del passaggio nei prossimi giorni.

Nel salto in lungo Aveva gareggiato poco prima Chiara Rociola atterrendo a 4,91 non distante dal suo personale di 5,09. Chiara sembra recuperata dopo una invernata travagliata che le ha, di f

atto, impedito di svolgere una adeguata preparazione.

Nei 110hs junior Federico Agostini in una gara viziata dall’impatto con il secondo ostacolo che ne compromette la ritmica di quelli successivi ottiene un discreto 15.52 dopo che 2 settimane fa aveva ottenuto il personale con 15″14 a san Benedetto.

Primato personale anche per Gregorio Acciaccafetti che nei 400hs alla seconda esperienza si migliora e scende sotto il minuto: 59.98. Inizia a trovare confidenza con la distanza e con la ritmica che dovrebbe portarlo ad ulteriori miglioramenti.

Atterra a 63,32 il giavellotto di Simone Comini; una misura discreta che però non soddisfa il ragazzo che non è riuscito a trovare il giusto feeling con la pedana.

Gara interlocutoria quella di Leonardo Ferretti nel salto in alto. Si ferma a 1,80 quota piuttosto modesta dopo che 10 giorni fa ha stabilito il personale superando l’asticella a 1,91.

 

 

 

 

 

 

 

 

Nelle FotoFederico Agostini e Chiara Rociola