Usain Bolt chiude la straordinaria carriera battuto da Gatlin

By 6 Agosto 2017News

Usai Bolt (afp)

Londra 5 agosto 2017 – Finisce con una sconfitta la carriera del più grande sprinter di tutti i tempi.
La sconfitta subita da uno dei rivali più agguerriti, sempre battuto negli appuntamenti importanti. Usain Bolt non era apparso fin dai turni preliminari non ai suoi migliori livelli e il suo sguardo tradiva una velata preoccupazione: quella di chi è cosciente di non essere al meglio, di chi capisce che diversi dei suoi rivali di oggi possono impensierirlo. Tanto è vero che anche l’altro americano Coleman gli giunge avanti.

Una partenza, come al solito un po macchinosa, concede un metro a Coleman che ha, invece una partenza fulminante, poi innesca la sua fase lanciata. Recupera. Non dilaga come al solito e proprio negli ultimi 15 metri Gatlin fa “il Bolt” e brucia entrambi (9″92); Coleman (9″94); Bolt (9″95).

La sconfitta che appariva impossibile ai 65000 dello Stadio Olimpico, non offusca minimamente l’immagine di un campione cristallino che ha rappresentato tutto il mondo dell’atletica mondiale per almeno 10 anni. Mai sfiorato da sospetti di doping. Amato da tutto il pubblico, non solo quello che solitamente segue gli eventi di atletica leggera ma da tutti gli sportivi. Un’icona planetaria che ha saputo incarnare gli ideali di sportività, lealtà, ma anche tecnici e morali. Il boato alla presentazione e lo smarrimento negli occhi degli spettatori presenti a Londra  lo testimoniano. Una sconfitta che fa tornare umano xolui che per anni è stato un extraterrestre ma che ne esaltoa ancor di più il mito.
Onore a Gatlin.

Mauro Ficerai

Usain Bolt 5 – CBS Sports

Usain Bolt 6 – Kirill Kudryavtsev AFP Getty Images