Grosseto. Secondo Comini nel giavellotto, quarto De Angelis nel triplo ai campionati promesse.

By 20 Settembre 2020News

Valerio de Angelis (foto Mauro Ficerai)

Importanti prove di Comini e de Angelis ai campionati italiani Juniores e Promesse di Grosseto

Grosseto 20.9.2020

Giavellotto PM. Appassionante e piena di trepidazione la gara di giavellotto promesse. A Simone Comini è sfumata all’ultimo lancio la possibilità di vincere il titolo tricolore. E’ stato un vero e proprio duello tra Simone e l’atleta del Cus Parma Norberto Fontana che si porta in vantaggio al primo lancio 67,04. Simone lo incalza con un buon 65,81. Al terzo lancio Comini si porta in testa facendo veleggiare il suo attrezzo fino a 69,38 e al quarto a 69, 96.  Al quinto Fontana si porta avanti con 70,80 ma è all’ultimo lancio che i due si sfidano “all’ultimo sangue”. Fontana lancia a 74,41. Comini risponde con il suo miglior lancio di giornata ma atterra “solamente” a 72,52. Titolo sfumato, complimenti al vincitore ma rimane l’ottima prestazione comunque di carattere dell’atleta ascolano.

Grosseto 19.9.2020:

Triplo PM. E finalmente dopo una rincorsa durata 2 anni Valerio De Angelis abbatte il muro dei 15 metri nel triplo. Lo fa nella giornata più importante. Quella della finale dei campionati italiani Juniores e promesse di Grosseto atterrando a m.15,19. Agguanta la quarta piazza già al terzo salta con un già ottimo 15,09. Ma è tutta la serie che va incorniciata. Dopo i primi due salti interlocutori (14,38 +0,1 e 14,57 +o,2), Valerio piazza il 15,09 +1,3 che gli dà la tranquillità della prestazione. I successivi tre salti sono tutti al di sopra del suo vecchio limite (14,90 +0,4 – 14,96 +0,5 – 15,19 +0,5). La soddisfazione dell’atleta è stata subito evidente. Il raggiungimento di un importante obiettivo premia la sua costanza, la sua tenacia e premia gli sforzi e la passione che Marco De Santis, il suo tecnico, gli trasmette. La medaglia di bronzo seppur non così lontana non era comunque oggi alla sua portata, ma ciò che conta è la continua crescita dell’atleta.

m400hs JM. Alla sua prima esperienza tricolore Gregorio Acciaccaferri corre la gara delle barriere basse intorno al suo limite personale ottenuto proprio in settimana a Forlì. Gregorio ferma il cronometro a 58.82 piazzandosi al quarto posto nella sua batteria e quindicesimo complessivo. Dopo una buona partenza mantiene una ritmica di 15 passi fino al settimo ostacolo per poi passare a 16 fino alla fine. Qui si disunisce un po’ e perde qualche certezza nel passaggio. Gara comunque importante per l’atleta che fa un’importante esperienza.

m110hs JM. Nella corsa fra le barriere Federico Agostini si è piazzato al quinto posto in batteria (15.47 -0,3). Federico aveva avuto un pur buon avvio e la ritmica è sembrata buona ma l’impatto di seconda gamba con il settimo ostacolo lo ha disunito e, di fatto, gli ha impedito di ottenere quel 15.30 che sarebbe servito per entrare in semifinale.

Martello JM. Undicesima piazza per Ronaldo Mancinelli che non riesce ad andare al di là di un 52,89m a quasi 4 metri del suo accredito. Ronaldo dopo un primo nullo piazza la sua misura che però non gli consente di entrare fra i migliori 8. Nullo anche al terzo e questo spegne definitivamente le possibilità degli ulteriori tre lanci. Ronaldo si era qualificato agevolmente (55,01), nella giornata di ieri, facendo ben sperare per la finale dove però non è riuscito a trovare il feeling con la pedana.

Grosseto 18.9.2020

Martello PM. Bellissimo settima piazza per Orges Hazisllasi che nel martello promesse uomini ottiene il massimo che gli si poteva chiedere. Dopo un primo lancio nullo ha inanellato una serie di lanci tutta attorno ai 50m coronata da un ultimo di 50,66. Soddisfazione per l’atleta che nell’ultimo anno, per motivi di lavoro, non è riuscito a dare continuità al suo allenamento.

Simone Comini Grosseto18—20/09/2020 Campionati italiani juniores e promesse – foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Federico Agostini (foto Mauro Ficerai)

Gregorio Acciaccaferri (foto Mauro Ficerai)