Ci ha lasciato Giampaolo Gaspari

By 10 maggio 2018News

Ci ha lasciato ieri nelle prime ore del pomeriggio. Se ne andato in punta di piedi come aveva vissuto negli ultimi anni. Una grave malattia prima lo ha consumato e poi se lo è portato via. Nessuno o pochi sapevano, L’ha vissuta da solo. Non senza soffrire ma non voleva essere compatito. Forse così pensava di esorcizzarla. Non ce l’ha fatta. Uomo forte, schivo e riservato non gli piaceva parlare di se. Negli ultimi anni conduceva una vita molto riservata; poche le uscite, anche quelle con gli amici di sempre. Ostentava sempre una sicurezza che nascondeva il probabile tormento dell’uomo. Non voleva essere di peso neanche ai familiari e neanche nei momenti più difficili. Uomo profondamente buono e dall’animo inquieto, lo ricordiamo con quel suo sorrisetto sarcastico, beffardo…….. Ci piace ricordarlo così.

Giampaolo è stato un saltatore con l’asta di ottimo livello. Rimane l’unica medaglia vinta da un atleta dell’ASA in una manifestazione internazionale. Suo fu il bronzo nell’asta ai campionati europei junior di Duisburg. Ne eravamo tutti orgogliosi. Vanta un personale di m.4,70 stabilito a Roma il 9 maggio del 1973, esattamente lo stesso giorno e mese del suo ultimo salto. Quello finale.

Realizzò anche  11″2 nei 100 e 22″6 nei 200. Rappresentava in quel momento uno degli atleti più promettenti del panorama nazionale. Colui che doveva innalzare i limiti dell’asta in Italia. Proprio allora, durante un allenamento a Formia, dove si era trasferito per poter meglio essere seguito, subì un grave infortunio. La frattura dell’omero difatti ne segnò e interruppe quella che doveva essere una splendida carriera da atleta e probabilmente ha cambiato la direzione del suo “percorso”. Non ricordava volentieri il suo passato da atleta, probabilmente per quello che che il destino gli aveva tolto, ma ne era sicuramente orgoglioso.

Vola alto ora Giampaolo, vola alto amico mio. Ti porteremo sempre nel cuore.

Mauro Ficerai